DELIBERA A.N.A.C SULLA NUOVA DISCIPLINA DEGLI ONERI DICHIARATIVI E DELLE IRREGOLARITA’ ESSENZIALI NEGLI APPALTI PUBBLICI (ARTT. 38 COMMA 2 BIS E 46 COMMA 1 TER DEL CODICE DEGLI APPALTI).

 
L’Autorità Nazionale Anti Corruzione, che ha ereditato dall’AVCP le prerogative di verifica e tutela del mercato in materia di appalti pubblici, ha emanato una deliberazione volta a chiarire alcuni aspetti della disciplina degli oneri dichiarativi e delle irregolarità essenziali nelle gare di appalto.
La disciplina è stata recentemente innovata dal legislatore per effetto del d.l. 90/2014, convertito in l. 114/2014, attraverso la previsione come “regola generale” del soccorso istruttorio da parte della Stazione appaltante per ogni ipotesi di mancata produzione o allegazione di elementi o dichiarazioni da rendere in gara, e la connessa limitazione delle ipotesi di esclusione del concorrente solo all’effettivo difetto del requisito richiesto.
Si potrà quindi essere esclusi dalle gare, in sostanza, solo a seguito di mancata o insufficiente evasione della richiesta istruttoria della P.A., e non per la mera carenza originaria di allegazione o dichiarazione.
L’Autorità ha chiarito che per irregolarità “essenziale”, fonte dell’obbligo della stazione appaltante di attivare il procedimento di soccorso istruttorio per consentire l’integrazione al concorrente, va intesa una mancanza che non consente di individuare con chiarezza il soggetto e il contenuto della dichiarazione stessa, ai fini dell’individuazione dei requisiti generali di partecipazione.
Il soccorso istruttorio, da strumento eccezionale, diventa quindi il modus procedendi ordinario per consentire alla P.A. di verificare l’effettivo possesso dei requisiti di partecipazione.
L’Autorità ha pubblicato la delibera in bozza, consentendo la partecipazione agli operatori economici in vista della formulazione di osservazioni.
Il documento costituisce un ulteriore tassello nel processo di chiarificazione della disciplina in tema di oneri dichiarativi e requisiti di partecipazione, e persegue inoltre la finalità di deflazione del contenzioso amministrativo.
Se vuoi leggere il testo della deliberazione commentata, clicca qui
Avv. Alberto Salmaso
 
Torna indietro