Il discount non costituisce un autonomo ramo d’azienda.

 
Con ordinanza emessa ai sensi dell’art. 1, comma 49, L. n. 92/2012 il Tribunale di Bologna ha ordinato la reintegra di una lavoratrice licenziata per giustificato motivo oggettivo. Nonostante la società avesse offerto alla dipendente di essere reimpiegata in un altro punto vendita con trasformazione del rapporto a full time, il Giudice di prime cure ha contestato alla datrice di lavoro di non aver adempiuto al necessario tentativo di repechage. Nel caso di specie il Tribunale di Bologna ha stabilito che il punto vendita dei prodotti della linea discount non costituisce autonomo ramo d’azienda e dunque l’offerta prospettata alla lavoratrice di passare in un altro esercizio della catena commerciale costituisce una forma di coazione sul dipendente per ottenere l’accettazione di condizioni deteriori.
Se vuoi leggere il testo integrale dell’ordinanza, clicca qui.
Dott. Fabio Fontana
 
Torna indietro