Licenziamenti: rito “Fornero” azionabile anche dal datore di lavoro.

 
Il principio è stato espresso dal Tribunale di Genova con ordinanza del 9 gennaio u.s., nella quale è stato sottolineato come il nuovo rito speciale non sia finalizzato ad ottenere una reintegrazione in tempi rapidi, né tanto meno a limitare l’arco temporale del risarcimento, quanto piuttosto a celebrare celermente il processo. Su questa premessa il Tribunale di Genova ha ritenuto che l’accesso al rito “Fornero” debba essere garantito anche al datore di lavoro, il quale intenda accertare giudizialmente la validità del recesso ed eventualmente anticipare le diverse iniziative del lavoratore che volesse discutere della pretesa illegittimità del licenziamento in sede arbitrale o conciliativa.
Se vuoi leggere il testo integrale dell’ordinanza clicca qui.
 
Torna indietro