Riforma Fornero ed il “nuovo” articolo 18. Nel computo dei requisiti dimensionali rientra anche il mini-contratto a termine se le mansioni sono rilevanti.

 
Con la sentenza n. 22396 del 10 dicembre 2012, la Corte di Cassazione, nel condannare il datore di lavoro alla reintegra del dipendente illegittimamente licenziato, ha stabilito che nel computo dei lavoratori ai fini dell’applicabilità della tutela reale di cui all’art. 18, l. 300/70 deve considerarsi anche il lavoratore assunto con contratto a termine della durata di tre mesi, laddove le mansioni svolte non possano ritenersi legate ad esigenze momentanee e contingenti, ma rilevanti e stabili.
Se vuoi leggere il testo integrale della sentenza, clicca qui.
 
Torna indietro