Legittimità del doppio licenziamento.

 
E’ quanto ha confermato la Corte di appello di Milano con la sentenza 5 settembre 2012 n. 1219, ricalcando un principio già espresso dalla Corte di cassazione in una sentenza del 1987 (la n. 6983).
Nel ragionamento dei giudici di appello la circostanza che il primo licenziamento non sia stato sia pure implicitamente revocato con il secondo licenziamento, non rende illegittimo quest’ultimo, il quale, cristallizzando un’autonoma causa di risoluzione del rapporto di lavoro espressa nell’ambito di un procedimento autonomo e distinto rispetto a quello relativo al primo recesso, è naturalmente destinato a produrre i suoi tipici effetti solo ed esclusivamente nel caso in cui sia riconosciuta l’invalidità o comunque l’inefficacia del primo licenziamento
 
Torna indietro