Contratti a termine e mobilità: i chiarimenti del Ministero del Lavoro.

 
In risposta ad un quesito del 5 ottobre 2012 il Ministero del Lavoro ha chiarito che l’obbligo di rispettare le pause, di 60 e di 90 giorni nel caso di contratto a termine rispettivamente inferiore o superiore a 6 mesi, non si applica alle ipotesi di assunzione a termine di lavoratori in mobilità e non fa venire meno i benefici contributivi a favore delle imprese nel caso di contratti a termine di durata non superiore ai 12 mesi.
Se vuoi leggere il testo della circolare clicca qui
 
Torna indietro