Somministrazione di manodopera a termine: è sufficiente una causale generica.

 
Il Tribunale di Brescia conferma l’indirizzo della Corte di Cassazione (sentenza n. 2521 del 24 gennaio 2012) sulle causali della somministrazione a termine. Il problema si è posto in maniera concreta e diffusa in seguito alla prassi adottata da diverse agenzie di somministrazione di regolare i rapporti di somministrazione adottando una modulistica inadeguata soprattutto nella descrizione delle relative causali.
La giurisprudenza di merito formatasi sul tema ha stigmatizzato questo modo di procedere, facendo gravare sulle imprese la sanzione della conversione del rapporto di lavoro a termine in rapporto di lavoro a tempo indeterminato.
Sembra ora che, in seguito alla citata pronuncia della Cassazione ed ai precedenti del Tribunale di Brescia, il vento sia cambiato e che a pagare le conseguenze di una modulistica assolutamente inadeguata non siano più le imprese.
Se vuoi leggere il testo integrale della sentenza clicca qui.
 
Torna indietro