Responsabilità degli amministratori di s.r.l. e legittimazione del curatore a promuovere la relativa azione giudiziaria

 
Nel caso di responsabilità degli amministratori di una s.r.l. la riforma societaria introdotta con il d.lgs. 17 gennaio 2003 n.6, pur non prevedendo più il richiamo alle norme in materia di società per azioni, non ha fatto venire meno la legittimazione del curatore della società fallita all’esercizio di qualsiasi azione di responsabilità contro amministratori, organi di controllo, direttori generali e liquidatori di società ai sensi dell’art. 146, della legge fallimentare. Ha dunque trovato conferma l’interpretazione in base alla quale, anche nel testo originario, si riconosceva la legittimazione del curatore all’esercizio delle azioni comunque esercitabili dai soci o dai creditori nei confronti degli amministratori, indipendentemente dallo specifico riferimento agli artt. 2393 e 2394 c.c.

Se vuoi leggere il testo della sentenza clicca qui.
 
Torna indietro