“Decreto Sviluppo” e le modifiche all’articolo 38 del codice degli appalti pubblici.

 
Con l’entrata in vigore del cd. Decreto Sviluppo sono state apportate sostanziali modifiche all’articolo 38 del Codice degli Appalti il quale disciplina i requisiti di “moralità” che le Imprese devono possedere per partecipare alle gare pubbliche.
Tra le novità di maggior rilievo vi sono sia la della tipizzazione delle cause di esclusione che la tipizzazione dei modelli di bando che le Amministrazioni devono adottare laddove intendano indire una gara.
Entrambe le novità hanno un unico fine: limitare il potere discrezionale delle Stazioni Appaltanti.
Clicca qui per leggere il testo del decreto
 
Torna indietro