Decreto milleproroghe: bloccate le procedure esecutive nei confronti delle Regioni Commissariate

 
La legge 13 dicembre 2010, n. 220 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato, c.d. legge di stabilità 2011), in vigore dall’1 gennaio 2010, conferma il divieto di iniziare e proseguire azioni esecutive nei confronti delle Regioni Commissariate (Campania, Calabria, Abruzzo, Molise e Lazio), già introdotto dalla legge Finanziaria del 2010. La ratio della legge è quella di assicurare il regolare corso dei piani di rientro dai disavanzi sanitari sottoscritti ai sensi dell'articolo 1, comma 180, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, e successive modificazioni. I pignoramenti già in essere sospendono temporaneamente la loro efficacia e non vincolano gli enti del servizio sanitario regionale e i tesorieri che possono quindi continuare a disporre delle somme agli stessi trasferite durante il suddetto periodo per le finalità istituzionali degli enti.
Se vuoi leggere il testo dell’articolo di legge clicca qui
 
Torna indietro