Partecipazione alle gare pubbliche e sottoscrizione del disciplinare di gara

 
Il Tar Lazio, con la sentenza n. 34864 del 1° dicembre 2010, ha ritenuto illegittima l’esclusione di una ditta da una gara di appalto sul presupposto che la società, diversamente da quanto richiesto da apposita clausola del bando, a pena di esclusione, ha omesso di inserire nella busta contenente la documentazione le copie del disciplinare e del capitolato speciale d’appalto siglate in ogni pagina e sottoscritte, con firma leggibile e per esteso, in segno di totale accettazione del legale rappresentante dell’offerente. In particolare, i giudici hanno ritenuto che non fosse sufficiente la semplice dichiarazione, pure richiesta dal bando di gara, di accettare senza riserva tutte le norme e disposizioni contenute nel bando stesso, nel disciplinare e nel capitolato speciale d’appalto. La sottoscrizione del disciplinare e del capitolato costituirebbe, infatti, un’inutile duplicazione e, quindi, un aggravio ingiustificato del procedimento, riconducibile ad una inutile doppia prescrizione.
Se vuoi leggere il testo della sentenza clicca qui
 
Torna indietro