Società di capitali e sicurezza: le scelte aziendali di fondo vincolano l’intero CDA.

 
È quanto ha stabilito la Cassazione Penale con sentenza del 4 novembre 2010, n. 38991, relativa ad un caso di omicidio colposo plurimo per l’omessa adozione di misure utili a prevenire i rischi connessi all’uso di polveri e fibre di amianto. In particolare, la Suprema Corte ha escluso che in materia di politica aziendale della sicurezza possa venir meno la responsabilità di tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione in virtù di una pur valida delega di funzioni conferita ad uno soltanto di essi. Permane in capo a tutti i Consiglieri l’obbligo di controllare la correttezza e l’efficacia dell’opera svolta dal delegato, con la conseguenza che non impedire eventi che si ha il dovere giuridico di evitare, equivale a cagionarli.
Se vuoi leggere il testo della sentenza clicca qui
 
Torna indietro