Il produttore non ha l’obbligo di indicare il luogo di fabbricazione del prodotto

 
Non esiste alcun obbligo per l'imprenditore di indicare il luogo di fabbricazione del prodotto. È quanto stabilito dalla Cassazione con la sentenza n. 37818 del 25 ottobre 2010, secondo cui sussiste un obbligo in tal senso solo nel caso in cui le modalità di utilizzo del marchio siano tali da indurre in inganno il consumatore. Sono, cioè, da ritenersi sufficienti altri accorgimenti volti ad evitare l'errore sull'effettiva origine del prodotto o un'attestazione sulle informazioni che verranno rese in fase di messa in vendita. Tuttavia, nel caso in cui l’imprenditore decida di indicare il Paese di fabbricazione, egli è tenuto a non dare false informazioni.
Se vuoi leggere il testo integrale della sentenza clicca qui.
 
Torna indietro