Risarcibili i danni sofferti a causa della illegittima segnalazione alla Centrale rischi.

 
Con la sentenza n. 12626 del 24 maggio 2010, la Cassazione ha dichiarato risarcibile il danno subito dal soggetto che sia stato illegittimamente segnalato alla Centrale Rischi. Secondo quanto statuito dalla Corte, l’illegittima comunicazione è idonea di per sé a cagionare danni all'immagine ed alla reputazione economica del soggetto indebitamente segnalato. Di conseguenza, tali danni una volta accertati, devono essere liquidati.
La Suprema Corte ha determinato anche i criteri di quantificazione, precisando che, qualora dall’attività istruttoria svolta non emerga con certezza l’entità del danno, o comunque risulti particolarmente difficoltoso provare la durata precisa del pregiudizio economico, il danno stesso può essere liquidato secondo i criteri equitativi.
 
Torna indietro