L'assegno bancario "postdatato" non è titolo esecutivo

 
L'assegno bancario "postdatato", che svolge le funzioni proprie della cambiale, ma che sfugge alla relativa tassa sul bollo, non è un titolo esecutivo, anche se viene successivamente regolarizzato dal punto di vista fiscale. La Cassazione, con la sentenza del 3 marzo 2010, n. 5069, ha precisato che, se è vero che la postdatazione non comporta automaticamente la nullità dell'assegno bancario (ben potendo il creditore esigere immediatamente il suo pagamento), è altrettanto vero che l’assegno postdatato non può valere, però, come titolo esecutivo.
Clicca qui per visualizzare la sentenza
 
Torna indietro