Soggetto a tassazione il risarcimento che compensa il mancato guadagno.

 
Il risarcimento del danno è soggetto ad IRPEF laddove l’indennizzo sia volto a compensare il cosiddetto “lucro cessante”, ossia la mancata percezione di redditi di lavoro o il mancato guadagno. In quanto sostitutive di un determinato reddito, le somme corrisposte vanno assoggettate a tassazione con le medesime regole previste per il quello sostituito o integrato. Tanto ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza del 19 marzo 2010, n. 6754.
Clicca qui per visualizzare la sentenza
 
Torna indietro