Il Ddl collegato alla finanziaria 2010: come cambierà il mercato del lavoro.

 
Oltre alle modifiche già introdotte, importanti novità in materia di mercato del lavoro sono in arrivo nel c.d. Collegato lavoro alla finanziaria 2010: delega al governo per consentire l’accesso al prepensionamento dei lavoratori che svolgono attività c.d. usuranti (art. 1); nuove misure di contrasto al lavoro sommerso (art. 4); modifiche ala disciplina dell’orario di lavoro (art. 5); varie disposizioni in materia di lavoro alle dipendenze della P.A. (artt. 6 - 16); delega al Governo per la riforma della disciplina dei permessi, anche per i lavoratori che assistano familiari portatori di handicap (artt. 17 e 18); nuove procedure informatiche per l’invio dei certificati di malattia all’istituto previdenziale (art. 19); verrà potenziato l’istituto della certificazione dei contratti e si prevede di vincolare con maggiore forza il giudice alle tipizzazioni della giusta causa e del giustificato motivo contenute nei contratti collettivi (art. 23); importanti novità anche in materia di conciliazione ed arbitrato, nella misura in cui il tentativo di conciliazione ex art. 410 c.p.c. dovrebbe divenire facoltativo, laddove, invece, aumenterebbero le possibilità di devolvere le controversie ad arbitri, anche al di fuori dei limiti previsti dalla contrattazione collettiva (art. 24); ulteriore modifica prevista è relativa alla disciplina dell’impugnazione del licenziamento, che dovrebbe avvenire necessariamente in via giudiziale ed entro 120 giorni dall’irrogazione del provvedimento (art. 25); novità anche in tema di termini per l’accesso agli ammortizzatori sociali (art. 27).
 
Torna indietro