La legge finanziaria interviene su somministrazione di lavoro, apprendistato e lavoro accessorio.

 
La legge 191/2009 (finanziaria 2010) interviene in materia di somministrazione di lavoro, apprendistato e lavoro accessorio. Per ciò che concerne il lavoro somministrato, la finanziaria (all’art. 2, comma 142) amplia il campo di applicazione della somministrazione a tempo indeterminato ai servizi di cura ed assistenza alla persona e di sostegno alla famiglia in tutti i settori produttivi pubblici e privati. Sotto altro profilo, sono stati ridotti i divieti di utilizzo del contratto presso unità produttive nelle quali si sia proceduto, entro i sei mesi precedenti, a licenziamenti collettivi. Per ciò che concerne il lavoro c.d. accessorio (art. 8, commi 148 e 149), la prestazione è stata estesa agli enti locali, alle imprese familiari indipendentemente dal settore e per i lavoratori part-time in aziende diverse dal datore di lavoro. Infine, per quanto riguarda l’apprendistato (art. 2, comma 155), è stata introdotta la possibilità per i contratti collettivi di prevedere il trattamento retributivo con la progressione percentuale in alternativa o in modo complementare al sottoinquadramento.
 
Torna indietro