DURC – DA OGGI OBBLIGO DI ACQUISIZIONE A CARICO DELLE STAZIONI APPALTANTI

 
Nell'ambito della legge n. 2/2009, di conversione del decreto-legge 185/2008 (cosiddetto decreto «anti-crisi»), è stata introdotta una importante norma di semplificazione burocratica, che libera le imprese dall'obbligo di porre in essere una procedura particolarmente onerosa e dai tempi lunghi. Il comma 10 dell'art. 16- bis (Misure di semplificazione per le famiglie e le imprese) del citato decreto-legge prevede infatti che le stazioni appaltanti pubbliche acquisiscono d’ufficio, anche attraverso strumenti informatici, il documento unico di regolarità contributiva (DURC) dagli istituti o dagli enti abilitati al rilascio in tutti i casi in cui è richiesto dalla legge. Si tratta come è evidente di una notevole semplificazione del sistema vigente; se, fino ad oggi, gravava sulle imprese l'obbligo di richiedere e produrre la certificazione attestante la propria situazione di regolarità contributiva e previdenziale, con la modifica introdotta le imprese sono svincolate da tali oneri, che, d’ora in avanti, saranno a carico delle stazioni appaltanti.
 
Torna indietro