TEMPI PIU’ RAPIDI PER I PAGAMENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A PARTIRE DAL 1 LUGLIO 2009

 
Il decreto anticrisi (d.l.,1 luglio 2009, n. 78), all’art. 9, ha introdotto importanti novità per garantire la tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni.
E’ previsto che ciascuna amministrazione inclusa nell’elenco ISTAT pubblichi sul proprio sito internet, entro il 31 dicembre 2009, le misure organizzative idonee a garantire il tempestivo pagamento delle somme dovute per somministrazioni ed appalti. Inoltre, al fine di evitare ritardi nei pagamenti ed evitare la formazione dei debiti pregressi, prima di autorizzare ciascuna spesa, il funzionario competente dovrà accertarsi che essa sia compatibile con “i relativi stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica”. Il buon intento del legislatore di porre un freno all’indebitamento delle pubbliche amministrazione non riguarda però le azienda sanitarie, ospedaliere, ospedaliere universitarie, ivi compresi i policlinici universitari, gli IRCSS pubblici, a cui tale norma non si applica.
Dunque, non resta che attendere per vedere come e (soprattutto) se le amministrazioni direttamente coinvolte daranno attuazione alle nuovi disposizioni in commento.
 
Torna indietro