DECRETO ANTICRISI ED AIUTI ALLE IMPRESE

 
L’art. 1, d.l. 1° luglio 2009, n. 78, al fine di incentivare l’occupazione, ha previsto la possibilità per le imprese di utilizzare lavoratori percettori di trattamenti di sostegno al reddito nell’ambito di progetti di formazione o riqualificazione che possono includere attività produttiva connessa all’apprendimento. In questi casi, l’onere economico delle imprese sarà pari alla differenza tra il trattamento di sostegno al reddito percepito dal lavoratore e la retribuzione.
Il decreto anticrisi prevede altresì il rifinanziamento delle proroghe a 24 mesi della cassa integrazione guadagni straordinaria per cessazione di attività, nonché l’aumento nella misura del 20% del trattamento perso nell’ammontare complessivo del trattamento d iintegrazione salariale per i contratti di solidarietà.
Inoltre, il decreto introduce la detassazione al 50% degli utili reinvestiti nei macchinari ed apparecchiature comprese nella divisione 28 della tabella ATECO, ove non compaiono gli hardware ed i software.
Se vuoi leggere il testo integrale della norma clicca qui
 
Torna indietro